Diniego cittadinanza italiana per reddito insufficiente

La Prefettura vuole rifiutare la tua domanda di cittadinanza per reddito insufficiente?

Ecco cosa devi fare (leggi bene).

Quando la cittadinanza viene negata per redditi insufficienti

Il cittadino straniero che fa domanda di cittadinanza, deve dimostrare di avere un reddito adeguato al suo sostentamento (e a quello della propria famiglia quando presente).

Questo perché facendo domanda di cittadinanza ci si impegna anche a rispettare i doveri che derivano dall’appartenenza alla nostra comunità e tra questi ci sono anche quelli della solidarietà economica e sociale.

Se la documentazione allegata alla domanda di cittadinanza non riesce a dimostrare questa condizione, la Prefettura invierà una lettera di diniego.

ATTENZIONE: a questo punto la cittadinanza NON è ancora stata rifiutata, questo infatti è solo un preavviso di rigetto e il cittadino può rispondere dimostrando di avere un reddito adeguato (ma deve farlo nel modo corretto).

Dal momento in cui si riceve la lettera si hanno 10 giorni di tempo per presentare ricorso scritto (il preavviso si hanno 10 giorni di tempo per presentare una memoria difensiva) e allegare tutta la documentazione necessaria per dimostrare di avere i requisiti richiesti.

Questi 10 giorni sono vitali per:

  • Capire le motivazioni del diniego
  • Individuare la documentazione mancante
  • Individuare se alcuni dei documenti già presentati fossero incompleti o non aggiornati
  • Recuperare ogni documento utile per dimostrare alla Prefettura un reddito adeguato

In pratica o si riesce a trovare una soluzione nei 10 giorni, o la domanda verrà rifiutata.

Come possiamo aiutarti in tempi rapidi

Il nostro lavoro è quello di aiutare i cittadini stranieri a trovare una soluzione in tempi rapidi in modo da fornire alla Prefettura esattamente quello che serve per far approvare la domanda di cittadinanza. Il nostro Studio Legale è specializzato in pratiche di cittadinanza italiana e abbiamo una grande esperienza maturata con oltre 6.000 pratiche di richiesta di cittadinanza.

Se hai ricevuto una lettera di diniego per reddito insufficiente contattaci oggi stesso perché non c’è tempo da perdere.

Domanda di cittadinanza respinta per reddito insufficiente?

CONTATTA LO STUDIO

Abebi Aduba
Avevo presentato la domanda di cittadinanza, ma la Prefettura voleva rigettarla in quanto il mio reddito, nell’anno precedente alla domanda, non era sufficiente, essendo madre di tre figli.
Mi sono rivolta agli Avvocati Tosi e Sacchi che hanno dimostrato alla Prefettura che il mio reddito attuale era comunque sufficiente a provare la mia piena integrazione sociale.
Grazie agli avvocati anche i miei figli sono ora cittadini italiani, che Dio li benedica!

Abebi Aduba

Come funziona in pratica il nostro servizio?

Durante il primo appuntamento capiremo assieme a te come risolvere la situazione. Analizzeremo la tua domanda e le motivazioni della lettera di diniego della Prefettura e di conseguenza raccoglieremo il materiale per rispondere e far approvare la tua richiesta in tempi brevi.

Domanda di cittadinanza respinta?

CONTATTA LO STUDIO

IMPORTANTE: se hai ricevuto il preavviso di rigetto per reddito insufficiente, contattaci subito e prenota un primo appuntamento gratuito con i nostri Avvocati. Il nostro lavoro è quello di trovare in tempi rapidi la soluzione per far accogliere la tua domanda di cittadinanza.

P.S. molti sottovalutano l’importanza di comunicare nel modo corretto con gli Uffici della Prefettura. Questo è un aspetto fondamentale perché la valutazione del rigetto contiene una forte componente di discrezionalità. Significa che non saranno solo i numeri a parlare, ma anche le argomentazioni che li accompagnano e la forma con cui verrà presentato il ricorso scritto. Ecco perché il supporto di uno Studio Legale specializzato diventa indispensabile in situazioni come questa.