Quali documenti servono per richiedere la cittadinanza italiana? [lista aggiornata 2019]

Questa è una lista completa e aggiornata della documentazione necessaria per richiedere e ottenere la cittadinanza italiana (per residenza e per matrimonio).

IMPORTANTE
Molte richieste di cittadinanza vengono respinte per problemi con la documentazione. Significa che alcuni cittadini stranieri si vedono negare la cittadinanza perché hanno presentato documenti:

  • incompleti
  • non aggiornati
  • scaduti
  • non autenticati

Cittadinanza italiana per residenza

Ecco la lista completa e aggiornata dei documenti da presentare per la domanda di cittadinanza italiana per residenza:

1. Marca da bollo da € 16,00

 

2. Atto di nascita (tradotto)

L’estratto dell’atto di nascita deve contenere tutte le generalità del richiedente.

Questo documento deve essere tradotto e legalizzato dall’Autorità diplomatica o consolare italiana presente nello stato di provenienza del cittadino.

ATTENZIONE: per le cittadine straniere che hanno acquisito il cognome del marito è importante verificare che il certificato di nascita contenga sia il cognome da nubile che quello da sposata.

3. Certificato penale

Si tratta del certificato penale del Paese di origine. Questo certificato non è necessario se il cittadino è nato in Italia o se risiede nel nostro Paese da prima del compimento del 14° anno di età (il certificato deve essere legalizzato e tradotto come avvenuto per l’atto di nascita).

Oltre al certificato penale del paese di origine serve un certificato del casellario giudiziale e dei carichi pendenti in Italia.

ATTENZIONE: se il richiedente ha risieduto anche in altri paesi è necessario presentare il certificato penale per ognuno di questi paesi.

4. Fotocopia del passaporto

È necessaria una fotocopia del passaporto in corso di validità.

5. Fotocopia del permesso di soggiorno

È necessaria una fotocopia del permesso di soggiorno in corso di validità.

*i cittadini provenienti dall’UE dovranno invece richiedere e presentare il certificato di soggiorno permanente (viene rilasciato dal comune di residenza).

6. Residenza

Documentazione completa dei certificati di residenza con lo storico (la discontinuità di residenza è uno dei motivi per cui vengono spesso respinte le domande).

Il certificato di residenza può essere sostituito da autocertificazione da sottoscrivere davanti agli avvocati.

7. Modello CU, Unico e modello 730

A seconda della posizione lavorativa del richiedente, andranno presentati Modello CU, Unico e modello 730 relativi ai redditi percepiti negli ultimi 3 anni.

Colf, badanti e collaboratori domestici dovranno invece presentare l’estratto conto INPS.

In caso di impossibilità o insufficienza dei redditi degli ultimi tre anni, sarà possibile integrarlo, eventualmente, con il reddito di altri familiari conviventi con il richiedente.

8. Attestato di conoscenza della lingua italiana a livello non inferiore a B1, rilasciata da un istituto scolastico pubblico o parificato o da un ente certificatore

Certificato non necessario solo per i titolari di permesso di soggiorno UE di lungo periodo o per chi abbia sottoscritto un accordi di integrazione.

9. Copia del versamento del contributo di € 250,00

Bisogna effettuare un versamento di € 250,00 sul c/c n.809020 intestato a: Ministero Interno D.L.C.I. cittadinanza – con la causale: cittadinanza – contributo di cui all’art. 1 co. 12, legge 15 luglio 2009 n. 94. Copia della ricevuta di versamento va allegata alla documentazione.

CONTATTA LO STUDIO

(il primo appuntamento è gratuito)

Documentazione aggiuntiva per casi particolari

Questi sono alcuni documenti che vengono richiesti solo in casi specifici.

  • Certificato di riconoscimento dello status di apolide o dello status di rifugiato (art.9, c. 1, lett. e – at. 16 c. 2)
    Sentenza di adozione rilasciata dal Tribunale  (art. 9, c.1, lett. b)
  • Documentazione relativa alla prestazione del servizio – anche all’estero – alle dipendenze dello stato (art. 9, c.1, lett. c)
  • Certificato di cittadinanza italiana del genitore o dell’ascendente in linea retta fino al II° grado (art. 9, c1, lett. a)

Cittadinanza italiana per matrimonio

1. Marca da bollo da € 16,00

 

2. Atto di nascita (tradotto)

L’estratto dell’atto di nascita deve contenere tutte le generalità del richiedente.

Questo documento deve essere tradotto e legalizzato dall’Autorità diplomatica o consolare italiana presente nello stato di provenienza del cittadino.

3. Certificato penale

Si tratta del certificato penale del Paese di origine. Questo certificato non è necessario se il cittadino è nato in Italia o se risiede nel nostro Paese da prima del compimento del 14° anno di età (il certificato deve essere legalizzato e tradotto come avvenuto per l’atto di nascita).

Oltre al certificato penale del paese di origine serve un certificato del casellario giudiziale e dei carichi pendenti in Italia.

4. Fotocopia del passaporto

È necessaria una fotocopia del passaporto in corso di validità.

5. Fotocopia del permesso di soggiorno

È necessaria una fotocopia del permesso di soggiorno in corso di validità.

*i cittadini provenienti dall’UE dovranno invece richiedere e presentare il certificato di soggiorno permanente (viene rilasciato dal comune di residenza).

6. Atto integrale di matrimonio

L’atto integrale – o copia integrale – è una fotocopia autenticata dell’atto originale. Su questo documento sono riportate integralmente tutte le informazioni presenti nella pagina del registro di stato civile.

7. Copia del versamento del contributo di € 250,00

Bisogna effettuare un versamento di € 250,00 sul c/c n.809020 intestato a: Ministero Interno D.L.C.I. cittadinanza – con la causale: cittadinanza – contributo di cui all’art. 1 co. 12, legge 15 luglio 2009 n. 94. Copia della ricevuta di versamento va allegata alla documentazione.

Ti aiutiamo ad ottenere la cittadinanza italiana

Il nostro lavoro è quello di aiutarti a presentare una domanda di cittadinanza completa in ogni sua parte. Questo ti garantisce di ottenere la cittadinanza nel minor tempo possibile e senza problemi.

È proprio a causa di una documentazione incompleta o inesatta che molti cittadini stranieri si vedono negare la cittadinanza. Questo con noi non succederà perché il nostro studio legale è specializzato nell’aiutare i cittadini stranieri ad ottenere la cittadinanza.

Negli ultimi 10 anni abbiamo aiutato oltre 6.000 cittadini stranieri a presentare correttamente la richiesta di cittadinanza italiana.

CONTATTA LO STUDIO

(il primo appuntamento è gratuito)

P.S. hai dubbi sui documenti che devi presentare per richiedere la cittadinanza?
Richiedi un appuntamento e scopri come potremmo aiutarti ad ottenere la cittadinanza (il primo appuntamento è gratuito).